Abiti da cerimonia
Abiti da cerimonia

Abiti da cerimonia: come sceglierlo ed in base a che occasione

Il giorno del proprio matrimonio rappresenta probabilmente uno dei momenti più belli e significativi della propria vita. È per questo motivo che ogni persona fa in modo che durante questa occasione tutto sia perfetto. Quello che però assume maggiore importante nel corso di questa giornata speciale è l'abito.
 

L'abito da cerimonia: tra abiti da sposo ed abiti per altre occasioni


Se le donne hanno un vero e proprio rituale riguardante il vestito da sposa e ne provino migliaia primo di capire quale sia quello giusto, sembra che gli uomini facciano meno fatica e scelgano il proprio abito piuttosto facilmente. In realtà questo non è altro che un mito da sfatare: anche per il sesso maschile infatti la scelta dell'abito da cerimonia non è così scontata come sembra.
 

Se un tempo lo sposo aveva una sola opzione disponibile e l'unica decisione da prendere era quella di dover scegliere tra il completo nero o blu notte, al giorno d'oggi le possibilità sono pressoché infinite. Anche se la sposa continua ad essere al centro dell'attenzione, lo sposo non è più messo in secondo piano a fare semplicemente da contorno, ma costituisce parte integrante della cerimonia. Pertanto è importante non farsi trovare impreparati e prendere la decisione giusta.
 

In commercio oggigiorno sono disponibili tantissimi abiti da sposo differenti che variano a seconda del modello, del colore, del prezzo, dell'occasione e dei propri gusti personali. Il vestito più richiesto e diffuso è senza dubbio quello a due oppure a tre pezzi. Si tratta infatti di un abito estremamente versatile, che può essere adoperato non solo per la cerimonia di nozze ma anche per altri eventi. Perciò chi non se la sente di affrontare una spesa economica troppo alta può far ricadere la propria scelta su questo modello, il quale può essere sfruttato in qualsiasi momento.
 

Esso è caratterizzato da pantaloni classici e giacca avente due bottoni, mentre il modello a tre pezzi comprende anche il gilet che regala un tocco di eleganza in più. Questo abito unisce sia l'aspetto classico del comune completo formale che quello più moderno in quanto può essere impreziosito ed arricchito con una pochette in seta oppure con un fiore all'occhiello che richiami il bouquet della sposa. Se la cerimonia nuziale è piuttosto formale e lussuosa è possibile prediligere un abito a redingote.
 

Esso è costituito da una giacca abbastanza lunga che raggiunge quasi metà della gamba. Il gilet è quasi sempre presente, così come la camicia rigorosamente bianca e la cravatta in bella vista. Per rendere il tutto ancora più raffinato è possibile aggiungere dei preziosi gemelli e un cappello a cilindro. Per indossare questo tipo di abbigliamento però bisogna avere un certo tipo di corporatura. Se infatti si è di statura piuttosto bassa è preferibile evitare questo completo in quanto la giacca lunga tende ad accorciare otticamente la figura.
 

Se il matrimonio si svolge al mattino, lo sposo può scegliere di indossare il dandy, ovvero un completo che prevede una giacca con aperture sulle gambe. Questo abito deve essere messo spezzato: se la giacca è di un colore, i pantaloni devono essere di un'altra tonalità. Le nuance da prediligere sono il nero, il grigio scuro oppure il gessato. Inoltre questo abito comprende quasi sempre un gilet.
 

Il massimo dell'eleganza invece per quel che riguarda i matrimoni che si svolgono di giorno è senza dubbio il tight. Esso ricorda molto il dandy, in particolare per la forma della giacca. Tuttavia il tight risulta essere molto più impegnativo in quanto necessita di un cappello a cilindro, di guanti bianchi e di gemelli importanti. Oltre a ciò, a differenza del completo dandy, il tight non può essere spezzato ma deve avere solamente un colore che può essere nero, blu oppure il grigio. È importante ricordare però che questo tipo di vestito non può essere indossato oltre le ore sei del pomeriggio, quindi è assolutamente sconsigliato per un matrimonio che continua fino a sera.
 

Anche il tight inoltre rappresenta un modello che non dona a tutti gli uomini: per indossarlo infatti c'è bisogno di un certo tipo di corporatura. Se invece si tratta di un matrimonio meno formale è possibile indossare il mezzo tight, il quale si differenzia dal classico tight per la presenza di un solo bottone e l'assenza di apertura posteriore. In questo caso si possono anche evitare cappello a cilindro e guanti. Un abito da sposo che invece deve essere sicuramente evitato è lo smoking. Quest'ultimo è da sempre considerato come il simbolo dell'abbigliamento elegante maschile. Non tutti sanno però che in realtà lo smoking non è per niente adatto ad una cerimonia come quella del matrimonio.
 

Si tratta infatti di un vestito da sera che deve essere indossato solamente in occasioni particolari. Bisogna inoltre tenere a mente che l'abito da sposo deve rispecchiare la propria personalità ma è consigliabile non eccedere troppo con i particolari oppure con i colori. Il buon gusto, spesso e volentieri, equivale alla semplicità e alla naturalezza. Esagerare dunque nella ricerca di pomposità può essere sintomo di volgarità. Un ultimo suggerimento per rendere perfetto lo sposo durante il giorno delle sue nozze è quello di lasciare sempre aperto l'ultimo bottone della giacca.


Contenuti correlati...