Intimo sposa
Intimo sposa

Intimo sposa: s alle culotte per la prima notte di nozze

Si sa, il matrimonio è uno dei momenti più emozionanti nella vita di una donna. Lo stesso vale anche per la prima notte di nozze e ciò è dimostrato dalla particolare attenzione e cura che ogni fanciulla mette nella scelta dell'intimo giusto per l'occasione. Anche questo è un momento degno della migliore preparazione, in cui tutto va pensato e studiato nel minimo dettaglio, per evitare sconvenienti imprevisti e per assicurare ad ogni sposa disinvoltura e libertà di movimenti.

Tutti i negozi di biancheria intima femminile offrono oggi un'ampia scelta di articoli creati appositamente per la fatidica notte, da quelli più audaci e sensuali ai più classici in versione romantica. Il mercato si sta ampliando a ogni esigenza e richiesta del cliente, come è giusto che sia. Ma non è solo la scelta dei materiali e lo stile a rendere l'outfit da prima notte di nozze il risultato desiderato. Ciò che sta alla base di un perfetto abbinamento intimo/abito da sposa è la scelta dei capi in sè: le tendenze si spostano verso pezzi ricercati come bustier, guepiere, autoreggenti, perizomi, brasiliane, reggicalze, copri-capezzoli. Ma anche una semplice culotte può rivelarsi la scelta vincente.

Cosa scegliere e perché? La prima cosa da valutare è quale indumento intimo sia più adatto all'abito. Un intimo audace è sconsigliato in casi di abiti troppo voluminosi e dal facile sollevamento. Basterebbe una folata di vento a mostrare ciò che solo il neo marito deve vedere. Aboliti anche pezzi troppo pomposi e decorati sotto ad abiti bustier o a sirena. Meglio optare per linee pulite e senza cuciture. Una volta fatte le dovute scelte del caso, si può procedere a sbizzarrirsi su modelli specifici, colori e tessuti.
Ovviamente è d'obbligo il bianco nelle sue sfaccettature: bianco sporco, bianco perla, avorio, bianco latte. A seconda dei gusti. Per i tessuti, invece, via libera alla seta, al raso, o al classico e intramontabile pizzo. Consigliato anche lo chiffon se si vuole uscire dai soliti schemi, ma attenzione che la scelta si fa rischiosa e va ben calibrato il tutto per mantenere il giusto equilibrio tra buon gusto e stile personale.

Una delle scelte più ardite che affligge molte novelle spose è quale intimo scegliere? Per la parte superiore, spesso la scelta è dettata dalle esigenze del vestito: abiti a fascia dalla forma a cuore hanno spesso le coppe già inserite al loro interno e non necessitano di altro. Ciò vale anche per gli abiti a bustier. Il vero problema resta per la parte inferiore. I perizomi, come sopra accennato, possono rivelarsi una scelta azzardata, in previsione del fatto che la linea tra sexy e volgare e sottile, e molte non se la sentono di rischiare. Il classico slip può essere una soluzione, ma anche qui si rischia di cadere nel banale. Per cosa optare allora? La culotte, il capo intimo più antico di tutti, un evergreen che continua ad essere preferito da migliaia di spose.

Attillata in caso di abiti che segnano la figura, a palloncino in caso di abiti scampanati, in raso o in seta per look più acqua e sapone, in pizzo e merletti per i look più romantici. Se l'abito lo richiede, si può anche propendere per una culotte tagliata a vivo a laser, che risulta invisibile agli occhi. Ecco che la culotte si rivela l'intimo perfetto per la prima notte di nozze. Sensuale e accattivante, sexy al punto giusto, pratica e comode per tutte le ore che precederanno il momento tanto atteso. E se poi si vuole arricchire il look con perline, strass, fiocchi, merletti perché non farlo?! Sta tutto a voi e al vostro stile, in fondo dovete comunque rimanere voi stesse. E per le più sfrontate, anche in tulle velato, da accompagnare sopra un perizoma più provocante. La seduzione non deve mai essere confusa con la volgarità. E una culotte può rendere ogni donna più disinvolta.


Contenuti correlati...