pinko
pinko

Pinko, il marchio ideale anche per un matrimonio

Se si è in cerca di idee interessanti e di proposte originali da cui prendere spunto per il look da sfoggiare in occasione di un matrimonio che viene celebrato in inverno, il marchio Pinko può essere un punto di riferimento importante che merita di essere tenuto in considerazione: dando un'occhiata al sito www.idressmap.it si possono scoprire numerose novità decisamente accattivanti e seducenti. Gli abiti da cerimonia di questo brand hanno il pregio di coniugare comodità e bellezza. Ma quali sono gli aspetti da valutare con maggiore attenzione? Chiaramente, il punto di partenza per una scelta studiata deve essere il colore: in linea di massima, le tonalità più scure sono quelle che riscontrano un maggior successo, il che vuol dire che se non si sa da che parte iniziare cromie come il blu notte, il nero, il viola profondo o il borgogna sono una garanzia di qualità. In alternativa, si può optare per dei modelli bicolor, eventualmente con degli accenni avorio o bianchi.

Gli abiti da cerimonia di Pinko offrono una grande varietà di soluzioni, dalle più sobrie alle più appariscenti, così che coloro che hanno intenzione di farsi notare anche nelle sere invernali più gelide abbiano la possibilità di raggiungere l'obiettivo desiderato. La presenza di maniche lunghe è un must, a cui si può derogare solo se si ha la certezza di essere in grado di far fronte alle temperature più rigide: nel caso in cui, invece, ci si voglia sentire al caldo e ben protette, non c'è niente di meglio che farsi coccolare e accarezzare da maniche in macramè o lisce, eventualmente con un effetto vedo non vedo tale da assicurare un tocco seducente pure se la colonnina di mercurio scende sotto lo zero.

Pinko, insomma, è una garanzia di versatilità: le ragazze intenzionate a osare un po' di più, in vista della cerimonia invernale, hanno l'opportunità di optare per camicie off white nell'ambito di creazioni contraddistinte da uno stile shabby mannish, mentre il tessuto black e fluido dei pantaloni dritti dà vita a un contrasto cromatico che di sicuro non può passare inosservato. Come è facile immaginare, le più freddolose non possono allontanarsi dai tessuti più caldi, come la lana: ci sono proposte di cui è possibile approfittare anche in questo senso, senza dover ricorrere a maglioni pesanti o a felponi poco raffinati. Spazio, per esempio, a sensuali modelli a cappa, che grazie alla forma a mantella sono capaci di stupire per la loro configurazione inaspettata, mentre per i long dress una scelta raccomandata è quella del velluto, che può a sua volta essere impreziosito e arricchito con fiorellini, piccole farfalle o altri tipi di applicazioni in tessuto.

Per sfidare il freddo, o comunque le condizioni atmosferiche più impegnative, un cappotto è fondamentale: deve essere formale, e soprattutto deve evitare di compromettere o di rovinare la resa estetica del vestito che si indossa sotto. Ciò vuol dire, tra l'altro, mettersi in cerca di un capo che si sposi - è proprio il caso di dirlo - non solo con l'ampiezza, ma anche con la lunghezza dell'abito che si porta. Certo, ci sono anche le pellicce da prendere in considerazione, ma in questo caso sarebbe preferibile puntare su modelli corti: quelli lunghi, infatti, sono alquanto appariscenti, e pur essendo decisamente piacevoli hanno il difetto di concentrare su di sé l'attenzione. Insomma, con una pelliccia lunga, l'abito sotto verrebbe trascurato, e sarebbe un peccato. Per le gambe, in conclusione, quasi obbligata è la scelta dei collant, eventualmente abbinati a delle scarpe con il tacco e con la punta chiusa: i sandali dovrebbero essere destinati, invece, alle temperature più miti della stagione primaverile o di quella estiva.


Contenuti correlati...